referenze

Scala di accesso - Trento Futura



Realizzazione del quartiere Albere di Trento

Ponteggio a telai RP 105 con le scale di accesso

Progetto: Uno tra gli ultimi – inaugurato nel luglio 2013 – è quello delle Albere di Trento: un nuovo quartiere nato dove un tempo c’era un’area industriale, quella della Michelin. Come molti luoghi, anche questo rischiava di trasformarsi in un sito abbandonato, una rovina industriale alle porte della città. Quando Renzo Piano ha accettato la sfida di farlo diventare un luogo abitato, ha visto in questo spazio affacciato sull’Adige la possibilità di tradurre in edifici di legno e pietra la sua idea di periferia: non un luogo fuori dal centro, ma un “altro” centro. È così che sono nati, prima sulla carta e poi in legno, pietra e vetro, tutti gli edifici che danno vita a questo quartiere: 300 abitazioni private, un museo avveniristico, il Muse, che stravolge il modello tradizionale del museo di Scienze Naturali, un centro congressi e numerosi negozi e uffici. A legarli in un’unità pensata in ogni dettaglio, una strada pedonale lunga 300 metri, fiancheggiata da alberi, e un prato di cinque ettari. Parte integrante del progetto è l’attenzione all’efficienza energetica e alla sostenibilità degli edifici, con pannelli solari sui tetti e sonde geotermiche per sfruttare il calore del sottosuolo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Ok